Biathlon estivo

Il biathlon estivo è una combinazione tra la corsa e il tiro. 

Da un lato per la corsa sono richieste forza e agilità, dall'altro durante il tiro è richiesta concentrazione e autodisciplina. 

Una pazza combinazione o un nuovo trend sportivo? 

Prima si corre a perdifiato, non si riesce neppure a riprendere il respiro e poi con mano assolutamente calma si dovrebbe essere in grado di tenere perfettamente il fucile? Proprio questa combinazione insolita rende questo sport così interessante ed entusiasmante per il pubblico. 

Lo scopo è quello di coprire in un tempo possibilmente veloce una distanza predefinita, che a sua volta viene "interrotta" da serie di tiri da svolgere. Contrariamente al più famoso Biathlon invernale, nel Biathlon estivo non viene portato il fucile durante la corsa. 

Nelle singole unità di tiro devono essere colpiti sempre 5 bersagli con un colpo ciascuno. Non appena il bersaglio viene colpito, cade e segnala al tiratore che il colpo è andato a segno. Se un bersaglio non viene colpito, il tiratore deve svolgere un giro di corsa di penalità, o viene aggiunto un tempo di penalità al tempo totale impiegato. La posizione di tiro è in piedi, su bersagli di 35 mm e a terra su bersagli da 15 mm. 

Le gare vanno fino al livello nazionale, a seconda dello stato in cui è presente un calendario di gare ufficiali.

Vi sono varie discipline anche nel Biathlon estivo. Il DSB ha istituito la gara a staffetta, lo sprint e l'inseguimento. 

Le distanze da correre dipendono dalle varie discipline e differiscono a seconda dell'età e dal sesso degli atleti. Questo fa si che vi sia un numero diverso di giri da correre e di serie di tiro da espletare. 

L'equipaggiamento previsto è composto da buone scarpe da corsa, un abbigliamento sportivo comodo per la corsa ed una speciale carabina ad aria compressa da biathlon o una carabina di piccolo calibro a 5 colpi, o normali fucili monocolpo.    

Fonte: DSB
www.dsb.de

Biathlon estivo

Il biathlon estivo è una combinazione tra la corsa e il tiro. 

Da un lato per la corsa sono richieste forza e agilità, dall'altro durante il tiro è richiesta concentrazione e autodisciplina. 

Una pazza combinazione o un nuovo trend sportivo? 

Prima si corre a perdifiato, non si riesce neppure a riprendere il respiro e poi con mano assolutamente calma si dovrebbe essere in grado di tenere perfettamente il fucile? Proprio questa combinazione insolita rende questo sport così interessante ed entusiasmante per il pubblico. 

Lo scopo è quello di coprire in un tempo possibilmente veloce una distanza predefinita, che a sua volta viene "interrotta" da serie di tiri da svolgere. Contrariamente al più famoso Biathlon invernale, nel Biathlon estivo non viene portato il fucile durante la corsa. 

Nelle singole unità di tiro devono essere colpiti sempre 5 bersagli con un colpo ciascuno. Non appena il bersaglio viene colpito, cade e segnala al tiratore che il colpo è andato a segno. Se un bersaglio non viene colpito, il tiratore deve svolgere un giro di corsa di penalità, o viene aggiunto un tempo di penalità al tempo totale impiegato. La posizione di tiro è in piedi, su bersagli di 35 mm e a terra su bersagli da 15 mm. 

Le gare vanno fino al livello nazionale, a seconda dello stato in cui è presente un calendario di gare ufficiali.

Vi sono varie discipline anche nel Biathlon estivo. Il DSB ha istituito la gara a staffetta, lo sprint e l'inseguimento. 

Le distanze da correre dipendono dalle varie discipline e differiscono a seconda dell'età e dal sesso degli atleti. Questo fa si che vi sia un numero diverso di giri da correre e di serie di tiro da espletare. 

L'equipaggiamento previsto è composto da buone scarpe da corsa, un abbigliamento sportivo comodo per la corsa ed una speciale carabina ad aria compressa da biathlon o una carabina di piccolo calibro a 5 colpi, o normali fucili monocolpo.    

Fonte: DSB
www.dsb.de

Mobile-Menü schliessen
«